Un bel ritorno dei Dinghy a Chioggia

Tornano i Dinghy a Chioggia dopo la pausa forzata imposta dall’emergenza sanitaria, il calendario di Classe propone nel weekend del 28/29 agosto una prova di Campionato Zonale che permette al Circolo Nautico Chioggia di rimettere in palio i numerosi trofei giranti legati a questa storica Classe, la 54^ edizione del Trofeo dell’Adriatico con il Trofeo Silvano Voltolina al primo Dinghy Classico e il Trofeo Albano Bertotto al primo Master Over 65, ma anche la 38^ edizione del Trofeo Malieni sulla classifica limitata alle prove del sabato. La risposta della Classe Dinghy non è forse entusiasmante sotto il profilo quantitativo, 10 imbarcazioni, ma livello tecnico e simpatica euforia dei presenti hanno garantito un weekend di grande soddisfazione per tutti, partecipanti ed organizzatori. Il sabato non si apre sotto i migliori auspici, la bora della notte è scesa a livelli accettabili nella mattinata ma a preoccupare è lo stato del mare, si attende fino al primo pomeriggio poi un tentativo di raggiungere il campo di regata viene abortito già fra le dighe foranee, troppa onda, troppo pericoloso, il CdR presieduto da Andrea Maria Moronato con Luigi Martignon, Marisa Boscolo e GianMaria De Rigo sposta in avanti l’orario ma inutilmente, nessuna prova potrà essere disputata impedendo l’assegnazione del Trofeo Malieni, peccato. Domenica, oculatamente, il CdR ha convocato di prima mattina gli equipaggi; la bora residua permette di disputare due belle prove mattutine poi scende costringendo all’attesa premiata però nel primo pomeriggio dall’ingresso di una buona termica da ESE che consente lo svolgimento della terza prova di giornata.

Regate nel complesso molto combattute ed equilibrate, 3 vincitori di prova diversi premiati con la “pipa chioggiotta” offerta da Giorgio Femec, prima prova subito appannaggio di Massimo Schiavon, seconda prova al mestrino Carlo Ravetta, terza prova al lidense Carlo Mendini; alla fine la classifica è cortissima con 4 equipaggi racchiusi in una manciata di punti e Francesco Fidanza “medaglia di legno” per un soffio, sprazzi di classe anche da parte del “Maestro” Egidio Zambonin, 84 anni e non sentirli, una intera giornata in mare e ancora la forza di girare in testa alla flotta nell’ultima prova di giornata. La classifica finale vede la conquista del Trofeo dell’Adriatico da parte del locale Massimo Schiavon davanti a Carlo Mendini (AVL) e Carlo Ravetta (CdVM), Trofeo Silvano Voltolina alla prima imbarcazione “Classica” a Egidio Zambonin 5° assoluto, Trofeo Albano Bertotto al primo Master Over 65 che è Carlo Mendini.

Grazie a Roberto Ballarin per l’organizzazione e la gestione della manifestazione, all’Ing. De Bellis, ex socio e dinghista, per il contributo alla manifestazione, al socio Giorgio Femec per i premi ai primi di giornata, a tutti i soci che tra sabato e domenica hanno aiutato l’organizzazione e si sono alternati sui gommoni con particolare menzione ai nuovi soci Loris e Mikael, grazie a tutti  

Qui la classifica

Qui le foto

Qui La Nuova Venezia del 30/08/2021