Schiavon super al Lido di Venezia

Numeri incredibili al Campionato dell’Adriatico Dinghy 2023 organizzato da AVL Lido e LNI Venezia, 41 imbarcazioni per una regata zonale sono veramente una rarità di questi tempi per una classe che non sia di quelle proposte dalla FIV per l’attività giovanile; grande risultato quindi dal punto di vista organizzativo soprattutto se si pensa che le imbarcazioni presenti erano veramente in gran parte appartenenti alla XII^ Zona Veneto e che ancora ne mancavano, continua quindi il periodo d’oro della Classe Dinghy, un singolo storico che non conosce crisi, anzi incrementa ogni anno coinvolgendo anche timonieri relativamente giovani, basti pensare al 3° classificato, Sebastiano Majer, classe 2003 da poco uscito dai ranghi della Classe Laser.

Giustamente celebrato il Dinghy bisogna ora celebrare il vincitore di questa bellissima manifestazione, Massimo Schiavon del Circolo Nautico Chioggia, che dopo un avvio di stagione altalenante tra Dinghy e Snipe ha piazzato il botto andando a conquistare questo Campionato dell’Adriatico davanti al campione nazionale in carica, il veneziano Giovanni Boem. Nel tratto lagunare di fronte a Poveglia Massimo Schiavon ha ritrovato una grande regolarità piazzando 6 risultati entro i top ten, un 9° nella prima prova per “scaldare i motori” e poi una sequenza da paura 2 – 4 – 1 – 2 – 1 che ha scavato un solco di 5 punti con  Giovanni Boem vincitore della 1^ prova, di 7 punti con Sebastiano Majer vincitore della 3^ prova e addirittura 23 punti sul 4° classificato, Andrea Zerbin vincitore della 5^ prova; per la cronaca l’altra prova, la 2^, è stata vinta da una vecchia conoscenza del CNC, Franco Penzo che ha chiuso poi al 21° posto in classifica generale preceduto al 20° posto da Maria Elena Balestrieri unica esponente femminile in una entry list di soli maschi.

Qui la classifica

Squadra Optimist allo Zonale del DVV

Trasferta impegnativa considerata la stagione, l’ultima regata zonale del 2023 è a Venezia per l’organizzazione del Diporto Velico Veneziano nella sede storica di Sant’Elena, ma

Read More »