Mondiali classi olimpiche verso l’epilogo

Si avviano alla conclusione i Campionati Mondiali delle Classi Olimpiche ad Aarhus, Danimarca; ieri, giovedì, le prime Medal Race per il 470 maschile e femminile con ottimi risultati degli equipaggi italiani e ancora una buona notizia per la vela azzurra con la qualificazione anche del Laser Radial per le Olimpiadi di Tokyo 2020. Non è Silvia Zennaro questa volta a qualificare l’Italia per i Giochi Olimpici, la velista chioggiotta ieri è incappata in una brutta giornata (46 – 51) ed è retrocessa al 29° posto della classifica generale superata al 27° posto da una Floridia Joyce buona almeno per una prova (8 – 48) e da una bravissima Carolina Albano che con altre due belle prove (18 – 6) è risalita fino al 17° posto rientrando quindi nei 18 posti utili per la qualificazione olimpica. Definite le top ten che entrano in Medal Race, la leadership rimane alla belga Emma Plasschaert (11 – 2) che ha resistito all’affondo della olandese Marit Bouwmeester (1 – 5), 3^ è la danese Anne Marie Rindom (3 – 33) seguita dall’americana Paige Railey costretta al ritiro nella prima prova (RET – 3); dal gruppo delle migliori 10 escono la norvegese Line Host, l’olandese Maxime Jonker e la finlandese Tuula Tenkanen tutte brillanti in batteria ma in caduta libera in Gold Fleet, sale invece la finlandese Monika Mikkola (2 – 14 e 5° posto), tengono la canadese Sarah Douglas (5 – 26 e 6° posto) e anche la turca Nazli Donertas, 9^ nonostante due brutte prove (21 – 44), si infilano in Medal Race la svizzera Maud Jayet (4 – 7), l’inglese Alison Young (10 – 4) e anche l’ungherese Maria Erdi (13 – 11). Nello Standard giornata no per i velisti azzurri tutti relegati oltre la 35^ posizione mentre la Medal Race vivrà dello scontro tra il cipriota Pavlos Kontides e l’australiano Matthew Wearn. Nello skiff maschile buona giornata per Crivelli Visconti – Togni che risalgono fino all’11^ posizione in odore di Medal Race, in Silver Fleet regate concluse con vittoria di Plazzi – Tesei come anche nel femminile dove la Silver è vinta da Carlotta Omari e Matilda Di Stefano; nel cat misto si riprendono dopo due giorni poco brillanti Tita – Banti (3 – 5 – 2) ora al 5° posto, al 10° sono Bissaro – Frascari (9 – 4 – 7), scendono al 18° Bressani – Zorzi ma ci sono ancora 3 prove a disposizione prima della Medal. Iniziata non benissimo la Gold Fleet per la tavola maschile, Mattia Camboni (6 – 10 – 27) e Daniele Benedetti (41 – 23 – 18) sono comunque ancora nei primi 10, nel femminile Marta Maggetti (21 – 9 – 8) è 10^, Flavia Tartaglini (10 – 7 – 15) è 14^ con ancora 3 prove di speranza per la Medal.

Giornata finale di Medal Race per Finn e 470, nel singolo pesante vittoria sul filo dei punti per l’ungherese Zsombor BereczAlessio Spadoni chiude 32°; dai 470 soddisfazioni anche nelle Medal Race, Ferrari – Calabrò vincono quella maschile chiudendo al 9° posto assoluto, Di Salle – Dubbini sono al 2° posto in quella femminile e al 7° posto nella classifica generale.

Laser, interzonale Lignano

Dopo lo stage tecnico di Pasqua sul Lago di Garda (gli atleti Giulio Borsatti, Nicole Santinato, Lorenzo e Gabriele Gavassini e Maria Sole Tiengo con

Read More »

Dal Match Race al Dinghy

Con il terzo incontro di martedì 23 Marzo si sono concluse le serate on line che il Circolo Nautico Chioggia ha dedicato all’approfondimento del Match

Read More »