Miami day 3: Silvia a ridosso della Medal Race

Il terzo giorno di regate di World Cup a Miami è un po’ in flessione per quanto riguarda la prestazione collettiva della squadra azzurra che tuttavia continua a mantenere numerosi equipaggi in odore di Medal Race, tra questi anche Silvia Zennaro che, pur in una giornata non esaltante, si piazza al 14° posto della classifica provvisoria a soli 9 punti dalla top ten che vale la qualificazione per la regata finale; per il Laser Radial ci sono ancora 4 prove da disputare quindi giochi ancora aperti per la velista chioggiotta, solo le prime 7 sembrano avere scavato un divario di punti notevole anche se comunque non insormontabile. 

Nel terzo giorno di regate a Miami un vento da NE rafficato e instabile ha creato non pochi problemi dal punto di vista tattico, nel catamarano misto Bressani – Banti hanno perso la leadership scivolando al 4° posto in classifica, nella tavola maschile Daniele Benedetti perde un posto e scende al 3° con due prove modeste risollevate da un buon 4° in prova due, mentre Mattia Camboni ottiene 9 – 5 – 21 e sale al 7° posto della classifica; nella tavola femminile Marta Maggetti entra nella top ten e mette un buon margine di punti sulle  dirette inseguitrici, per lei 15 – 4 – 7 mentre Veronica Fanciulli fa 8 – 21 – 21 e scivola al 13° posto con un distacco di punti però dalla top ten abbastanza pesante. Nel 470 Mx si sono difesi Ferrari – Calabrò che con 12 – 7 mantengono il 4° posto in classifica, inversione di tendenza nello skiff maschile, bene Crivelli Visconti – Togni (2 – 7 – 8) che salgono all’8° posto mentre scendono Tita – Zucchetti con 16 – UFD – 11, ora all’11° posto ma ancora in gioco; nel Fx sempre bene Raggio – Bergamaschi 4 – 10 – 15 e 6° posto in classifica. Singoli maschili, nel Finn ancora bravo Enrico Voltolini che ottiene 5 – 11 e il 7° posto in classifica, nel Laser Standard alti e bassi per tutti, Giovanni Coccoluto fa 8 – 19 ed è 8°, Marco Gallo fa 5 – 31 ed è 14° ma con un distacco di punti che comincia ad essere pesante, Marco Benini fa le sue migliori regate, 26 – 16, che lo portano al 36° posto. Ed ecco Silvia, per lei 20 – 16 e 14° posto provvisorio, Floridia Joyce fa solo un punto meno di lei, 10 – 25, ed è 17^ ma con una situazione punti più pesante, migliorano le giovani con Valentina Balbi che ottiene 12 – 24 e Francesca Frazza 21 – 30; nella seconda prova si perde un po’ anche Evi Van Acker (3 – 11) che subisce il sorpasso in testa della greca Vasileia Karachaliou (1 – 5), la francese Mathilde De Kerengat si conferma al 3° posto (15 – 2) mentre continua la risalita della belga Emma Plasschaert adesso 4^ (4 – 8); la top ten è completata dalla francese Marie Bolou (37 – 1), dalla statunitense ErikaReineke (7 – 20), dalla finlandese Monika Mikkola (2 – 23), poi quelle più alla portata di Silvia in termini di punti che sono l’olandese Maxime Jonker (14 – 13), la canadese Sarah Douglas (8 – 31), la giap Manami Doi (36 – 15); ma fra la top ten e Silvia anche alcune altre veliste di rango, la canadese Brenda Bowskill, la bielorussa Tatiana Drozdovskaja e la cinese Zhang Dongshuang, insomma la lotta è dura!!!

Laser, interzonale Lignano

Dopo lo stage tecnico di Pasqua sul Lago di Garda (gli atleti Giulio Borsatti, Nicole Santinato, Lorenzo e Gabriele Gavassini e Maria Sole Tiengo con

Read More »

Dal Match Race al Dinghy

Con il terzo incontro di martedì 23 Marzo si sono concluse le serate on line che il Circolo Nautico Chioggia ha dedicato all’approfondimento del Match

Read More »