Miami day 3: Silvia a ridosso della Medal Race

Il terzo giorno di regate di World Cup a Miami è un po’ in flessione per quanto riguarda la prestazione collettiva della squadra azzurra che tuttavia continua a mantenere numerosi equipaggi in odore di Medal Race, tra questi anche Silvia Zennaro che, pur in una giornata non esaltante, si piazza al 14° posto della classifica provvisoria a soli 9 punti dalla top ten che vale la qualificazione per la regata finale; per il Laser Radial ci sono ancora 4 prove da disputare quindi giochi ancora aperti per la velista chioggiotta, solo le prime 7 sembrano avere scavato un divario di punti notevole anche se comunque non insormontabile. 

Nel terzo giorno di regate a Miami un vento da NE rafficato e instabile ha creato non pochi problemi dal punto di vista tattico, nel catamarano misto Bressani – Banti hanno perso la leadership scivolando al 4° posto in classifica, nella tavola maschile Daniele Benedetti perde un posto e scende al 3° con due prove modeste risollevate da un buon 4° in prova due, mentre Mattia Camboni ottiene 9 – 5 – 21 e sale al 7° posto della classifica; nella tavola femminile Marta Maggetti entra nella top ten e mette un buon margine di punti sulle  dirette inseguitrici, per lei 15 – 4 – 7 mentre Veronica Fanciulli fa 8 – 21 – 21 e scivola al 13° posto con un distacco di punti però dalla top ten abbastanza pesante. Nel 470 Mx si sono difesi Ferrari – Calabrò che con 12 – 7 mantengono il 4° posto in classifica, inversione di tendenza nello skiff maschile, bene Crivelli Visconti – Togni (2 – 7 – 8) che salgono all’8° posto mentre scendono Tita – Zucchetti con 16 – UFD – 11, ora all’11° posto ma ancora in gioco; nel Fx sempre bene Raggio – Bergamaschi 4 – 10 – 15 e 6° posto in classifica. Singoli maschili, nel Finn ancora bravo Enrico Voltolini che ottiene 5 – 11 e il 7° posto in classifica, nel Laser Standard alti e bassi per tutti, Giovanni Coccoluto fa 8 – 19 ed è 8°, Marco Gallo fa 5 – 31 ed è 14° ma con un distacco di punti che comincia ad essere pesante, Marco Benini fa le sue migliori regate, 26 – 16, che lo portano al 36° posto. Ed ecco Silvia, per lei 20 – 16 e 14° posto provvisorio, Floridia Joyce fa solo un punto meno di lei, 10 – 25, ed è 17^ ma con una situazione punti più pesante, migliorano le giovani con Valentina Balbi che ottiene 12 – 24 e Francesca Frazza 21 – 30; nella seconda prova si perde un po’ anche Evi Van Acker (3 – 11) che subisce il sorpasso in testa della greca Vasileia Karachaliou (1 – 5), la francese Mathilde De Kerengat si conferma al 3° posto (15 – 2) mentre continua la risalita della belga Emma Plasschaert adesso 4^ (4 – 8); la top ten è completata dalla francese Marie Bolou (37 – 1), dalla statunitense ErikaReineke (7 – 20), dalla finlandese Monika Mikkola (2 – 23), poi quelle più alla portata di Silvia in termini di punti che sono l’olandese Maxime Jonker (14 – 13), la canadese Sarah Douglas (8 – 31), la giap Manami Doi (36 – 15); ma fra la top ten e Silvia anche alcune altre veliste di rango, la canadese Brenda Bowskill, la bielorussa Tatiana Drozdovskaja e la cinese Zhang Dongshuang, insomma la lotta è dura!!!

Saltano anche i campionati zonali

Mentre il ritorno dell’emergenza sanitaria costringe circoli di tutta la Penisola ad annullare o rinviare le prime prove dei vari Campionati Invernali compreso quello di

Read More »