Day 2 a Miami bene Silvia e ancora grande Italia

Nel secondo giorno di regate alla World Cup di Miami l’Italia della vela sfodera ancora una grande giornata con buoni piazzamenti in tutte le classi e con alcune prestazioni veramente eccellenti. Nel catamarano misto Bressani – Banti mantengono la leadership della classifica dopo 5 prove anche se per loro la giornata non è stata esaltante, 9 – 7 i parziali che hanno portato il vantaggio in classifica a ridursi a zero nei confronti degli inglesi Phipps – Bonifaceadesso appaiati in testa;

sale sul podio provvisorio anche Daniele Benedetti nella tavola maschile, per lui 4 – 1 – 3 e secondo posto in classifica inseguito anche da un buon Mattia Camboni che ottiene 9 – 7 – 6 e scartando UFD risale fino al 7° posto della classifica. Scivolano invece fuori dai top 3 Ferrari –Calabrò nel 470 Mx, per loro ancora un buon 4° seguito però da un 20° che li fa scendere al 4° posto della provvisoria; buone notizie anche da RSX Fx dove con grande costanza di rendimento Marta Maggetti e Veronica Fanciulli si attestano al 10° e 11° posto in classifica e dagli skiff, nel Mx Tita – Zucchetti piazzano 13 – 7 – 5 e salgono all’ 8° posto, Crivelli Visconti – Togni sono invece in 14^ posizione ma non ancora fuori dalla possibilità di raggiungere la top ten che vale la Medal Race, nel Fx brave Raggio – Bergamaschi , 7 – 5  e 6° posto in classifica. Nei singoli maschili, Enrico Voltolini nel Finn piazza 9 – 9 ed è 8° in classifica mentre nel Laser Standard Giovanni Coccoluto dopo un 19 piazza un 2 e sale al 5° posto della classifica, brutta giornata invece sia per Marco Gallo che per Marco Benini. Laser Radial, Silvia Zennaro fa ancora l’altalena  ma dopo il 20° della prima prova piazza un ottimo 6° posto e risale al 12° posto della classifica, ottima giornata per Floridia Joyce che piazza 12 – 3 e sale al 19° posto della provvisoria, ancora in difficoltà le giovani Valentina Balbi e Francesca Frazza; in testa è la belga Evi Van Acker che comincia a far pesare il suo blasone, due bullets per lei nella giornata di ieri e leadership provvisoria, tiene la greca Vasileia Karachaliou con 4 – 2 e il duo di testa adesso ha accumulato un grosso vantaggio sulle inseguitrici, la francese Mathilde De Kerangat è terza ma staccata di 13 punti e raggiunta dall’americana Erika Reineke e dalla giapponese Manami Doi, entrambe molto costanti ieri. Tra le “indiziate” per la Medal Race ieri ottengono buoni parziali la francese Marie Bolou, la finlandese Monika Mikkola, la cinese Zhang Dongshuang ma soprattutto la belga Emma Plasschaert  che con 8 – 5 è risalita fino all’11° posto. Ancora abbastanza prove prime della Medal Race per cui niente ancora è scontato e definito.