Day 2 a Kiel: poche regate

Il secondo giorno di regate alla Settimana Velica di Kiel porta condizioni meteo variabili, dopo un temporale mattutino vento a 20 nodi che però va ad esaurirsi rapidamente lasciando a secco alcune classi tra le quali i Laser Radial e Silvia Zennaro che così resta invariata al 6° posto guadagnato il primo giorno con un bullet e un 8°. Regatano solo alcune batterie del Laser Standard cosicché la classifica generale è veramente incompleta e “falsata” appunto da atleti con un diverso numero di prove, ciò non toglie che Francesco Marrai sia stato grande anche ieri piazzando un bullet in batteria nell’unica prova disputata, mentre Marco Benini ha ottenuto un 11 in batteria gialla; attualmente la classifica provvisoria vede Marrai appaiato in testa all’estone Karl Martin RammoMarco Benini è 4°, sale il tedesco Philipp Buhl, uno dei favoriti,  che può scartare il 19 del primo giorno. Due prove per lo skiff maschile, perde qualche posizione Crivelli Visconti – Togni (7 – 22) che escono dai top ten, guadagnano una posizione Plazzi – Tesei (10 – 8) ora 14° da domani entrambi gli equipaggi sono in Gold Fleet; nel femminile 3 prove, Omari – Distefano (13 – 8 – 18) sono al 24° posto e dovrebbero avere guadagnato la Gold Fleet, in Silver le altre ragazze nonostante un buon 3° di Gambarin – Gambarin in prova 3 e un buon 7° di Bergamo – Germani in prova 1. Nulla di fatto, come detto, nei Laser Radial dove la greca Vasileia Karachaliou continua a mantenere la leadership sulla tedesca Svenja Weger e sulla statunitense Erika Reineke, mancano 3 prove teoriche alla chiusura delle qualificazioni e qualche “big” è in ansia perché le penalità del primo giorno potrebbero pesare per la qualificazione in Gold Fleet, tra queste l’ungherese Maria Erdi, la canadese Brenda Bowskill, la russa Ekaterina Morgun, la turca Nazli Donertas e anche l’azzurra Floridia Joyce (bfd – 2) ora 38^.  

Scacco Matto alla “Noi Due”

E’ finalmente ripresa anche l’attività di “veleggiate” del Circolo Nautico Chioggia, l’ultima a partire a causa del blocco imposto dall’emergenza sanitaria che aveva invece già

Read More »