CICO, da giovedì le regate

Mercoledì giorno di presentazione e cerimonia di apertura a Genova per la edizione 2018 dei Campionati Italiani Classi Olimpiche, da 25 anni unificati in un’unica manifestazione che riunisce in una sola località tutti i Campionati Italiani delle diverse Classi Olimpiche; la storia dei CICO nasce nel 1994 con la prima edizione concentrata a Riva del Garda, poi prosegue negli anni toccando località diverse, a Venezia nel 1995 e nel 2008, uniche eccezioni gli anni 2013 e 2014 quando i CICO si erano divisi entrambi gli anni tra Loano e Riva del Garda.

Il 2018 porta i CICO in una delle capitali della vela italiana, Genova, sede della Federazione e del celebre Salone Nautico che ha messo a disposizione della manifestazione i suoi padiglioni e le sue strutture. Il risultato numerico è comunque, se non insoddisfacente, sicuramente inferiore alle attese, solo 200 barche nonostante l’apertura agli equipaggi stranieri, ma restano degli ostacoli oggettivi: il periodo scolastico che sicuramente tiene lontano dalla manifestazione molti atleti in piena stagione universitaria, un calendario sempre più affollato e quest’anno aggiungiamoci pure una primavera lenta a partire e un meteo che finora ha fatto “saltare” numerose regate di inizio stagione. Al di là di tutto l’evento è comunque di quelli grandiosi con il gotha della vela concentrato a Genova sia a livello dirigenziale che a livello tecnico e di atleti, la location inoltre è perfetta come evidenziato dal Presidente Francesco Ettorre“Una bella manifestazione e una location perfetta, credo che la struttura del salone nautico sia l’ideale per organizzare questi eventi e si presta molto bene. Credo che sia una delle prime volte che tutte le barche possano stare al coperto, addirittura armate, fondamentale per dare lustro e qualità ad una manifestazione che tutti ci stiamo impegnando a rilanciare e che tutti vorremmo fosse la più importante in Italia”.

10 Classi Olimpiche più il paralimpico 2.4, 5 campi di regata e numeri non esaltanti ma livello tecnico sicuramente elevato:

14 i 2.4 con il gardesano Antonio Squizzato a difendere il titolo nazionale

Solo 6 gli skiff maschili con duello annunciato tra Crivelli Visconti – Togni e Ferrarese – Galati

6 anche gli skiff femminili e incertezza tra Raggio – Germani e Omari – DiStefano mentre la triveneta Bergamo Francesca con la nuova prodiera Alice Sinno vestirà i panni dell’outsider

Dimezzato il numero dei Finn rispetto all’edizione 2017 di Ostia, solo 20 i singoli pesanti che d’altra parte hanno appena concluso il Campionato Europeo a Cadice, duello tra Alessio Spadoni ed Enrico Voltolini ma occhio al giovane Federico Colaninno fresco campione del mondo Under 19

Sono solo 5 i Nacra 17 nella nuova versione dotata di foil, si annuncia però una dura lotta per il titolo tra tutti gli equipaggi presenti con Tita – Banti leggermente avanti nelle previsioni a Vittorio Bissaro con a prua la ex laserista Maelle Frascari e a Bressani – Zorzi

Misero il numero delle tavole femminili, solo 3, che vedranno il duello tra Flavia Tartaglini e Veronica Fanciulli, poche, 11, anche le tavole maschili con favoriti Mattia CamboniMatteo Evangelisti Carlo Ciabatti

Appena 8 anche gli scafi nel doppio femminile nonostante si regati in una delle zone più vivaci per il 470 Fx, lotta per il titolo tra Paternoster – CarusoBerta – Carraro e Di Salle – Dubbini; nel 470 Mx, 6 barche, Ferrari – Calabrò contro Capurro – Puppo

Come sempre i numeri più importanti arrivano dalla Classe Laser, sono ben 70 i Laser Standard con la presenza di Francesco MarraiGiovanni Coccoluto e Marco Gallo; sono 23 i Laser Radial con la campionessa in carica Floridia Joyce che dovrà guardarsi dagli attacchi di Silvia Zennaro (all’estrema sx nella foto) ma anche della locale Valentina Balbi e poi Carolina AlbanoMatilda Telluri Isabella Filippo e la giovane Federica Cattarozzi che ha fatto benissimo a livello giovanile

Barche in acqua per le prime regate giovedì 22 marzo, Epson Meteo: “Sulle aree di regata giovedì mattinata sono attesi venti da NNE inizialmente sui 10-15 nodi in temporanea intensificazione fino a 15-20 nodi, successivamente in calo a 10 nodi tra le ore 13 e le 15 e in rotazione a N prima e poi a NNW tra le 16 e le 19 con calo della intensità. Tendenza del vento nelle ore successive ad ulteriore attenuazione. Il mare risulterà poco mosso sulla parte più occidentale a ridosso della costa, tendente temporaneamente a mosso nella prima parte della giornata sulla parte orientale del tratto di mare interessato. Condizioni di cielo poco nuvoloso con temporaneo aumento delle nuvole tra le 11 e le 14 e passaggio a cielo sereno tra le 16 e le 18”.

Laser, interzonale Lignano

Dopo lo stage tecnico di Pasqua sul Lago di Garda (gli atleti Giulio Borsatti, Nicole Santinato, Lorenzo e Gabriele Gavassini e Maria Sole Tiengo con

Read More »

Dal Match Race al Dinghy

Con il terzo incontro di martedì 23 Marzo si sono concluse le serate on line che il Circolo Nautico Chioggia ha dedicato all’approfondimento del Match

Read More »